MBO 2022: IL FILM E’ SEMPRE LO STESSO

Venerdì le Organizzazioni Sindacali di BPER Banca hanno incontrato la delegazione aziendale per la presentazione, ai sensi dell’art. 51 del CCNL, del sistema incentivante MBO 2022 riguardante la Rete (n. 9.769 colleghi), il Semicentro (n.320) e i Centri imprese (n. 498). Per le strutture mancanti l’azienda si è riservata di completare l’esposizione in una prossima sessione.

Questa presentazione “a puntate” non consente alle OO.SS., al momento, di fare una valutazione complessiva rispetto alla previsione contrattuale di coinvolgimento di tutte le lavoratrici e i lavoratori, compresi coloro che apportano contributi indiretti.

Ancora una volta le OO.SS. hanno evidenziato le tante carenze e contraddizioni di un sistema che ritengono essere, come per gli anni precedenti, discrezionale, iniquo, poco trasparente e divisivo.

E’ uno strumento che spesso crea malumore e tensione, deteriora il clima aziendale alimentando conflitti fra i colleghi.

Il rischio è di rincorrere incentivi che, di fatto, potrebbero non materializzarsi mai, nonostante gli sforzi e i risultati raggiunti, per cause spesso non dipendenti dall’impegno del lavoratore (es. procedure informatiche obsolete, carenza di organici).

Questo sistema incentivante rappresenta per l’azienda un’ulteriore leva per esercitare indebite pressioni commerciali, principale fonte di stress da lavoro correlato che può portare ad errori o forzature che potrebbero esporre i colleghi anche a rischi rilevanti.

Le OO.SS, come già ribadito in altre occasioni, non condividono questo sistema MBO così come strutturato. L’azienda dovrebbe quantomeno produrre un sistema equo che riconosca l’apporto di tutti i dipendenti, con premi più equilibrati fra i diversi ruoli, tutti indispensabili. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

Modena, 7 marzo 2022

COORDINAMENTI SINDACALI AZIENDALI DI BPER BANCA
FABI – FIRST CISL – FISAC CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il PDF