LADRE DI TEMPO: le attività inefficaci

Nel corso degli incontri di questa settimana, nell’ambito dell’intervento dell’Area Affari più volte sollecitato dalle OO.SS, abbiamo incontrato Stefano Vittorio Kuhn, responsabile della Rete Commerciale e Paolo Cerruti, responsabile del segmento Family Poe che, sommariamente, ci hanno illustrato il progetto “Fare futuro avanti veloce”.

Molte le criticità riscontrate dalle OOSS:

  • aumento esponenziale dei budget assegnati, (per esempio per i rami elementari è dell’85%). Pur coscienti che tutto il sistema bancario si sta rivolgendo sempre più al settore assicurativo, la richiesta ci sembra eccessiva. A tal proposito, i due responsabili hanno affermato che i numeri richiesti sono ambiziosi, ma giustificati dal numero dei clienti, più che raddoppiato in 24 mesi.La motivazione addotta, secondo noi OO.SS, non può giustificare l’incremento così rilevante rispetto ai budget già importanti dell’anno scorso.
  • razionalizzazione della rete
    Alla nostra richiesta di chiarimenti, il Dr. Kuhn ha rimandato le risposte alla presentazione del P.I. Che il riferimento alla chiusura sportelli venga inserita nel progetto commerciale, ci sembra superfluo e contraddittorio.
  • eccessiva pressione commerciale con organici sottodimensionati e strumenti che dovrebbero supportare la rete, come i Focus Week, che invece generano spesso indebite pressioni commerciali, a volte associate a toni inappropriati e demotivanti. In merito a questo ribadiamo, ancora una volta, la nostra assoluta contrarietà all’assegnazione di budget individuali e monitoraggi giornalieri.
  • cronico malfunzionamento delle procedure, formazione inadeguata e scarsa attenzione ad alcuni territori.

A queste nostre rimostranze i due responsabili hanno assicurato che, anche per loro, è importante mettere le persone in grado di lavorare nelle migliori condizioni possibili e che tutti i territori meritano la stessa attenzione. Secondo quanto dichiarato, il prossimo P.I. prevederà un potenziamento dei sistemi tecnologici e di strumentazione a distanza, considerata anche la maggiore richiesta dei clienti in seguito all’emergenza sanitaria.

Per quanto riguarda le pressioni commerciali è stato organizzato un incontro, con i responsabili di tutte le DT, il Dr Khun, il Dr Cerruti (che da qualche giorno fanno anche parte della Commissione paritetica per le Politiche commerciali) e i responsabili delle Relazioni Sindacali, per avere una uniformità di comportamenti, che eviti attività superflue ed indebite che creano stress alla rete.

Tante le belle parole ascoltate, e nell’intenzione del Dr Kuhn c’è:

  • motivare i colleghi
  • condividere le informazioni
  • avere il punto di vista della Rete come centralità
  • partire dalle persone
  • necessità da parte del personale di segnalare comportamenti commerciali scorretti.

Una frase in particolare ci ha colpito in merito alle Pressioni Commerciali: Alcune attività sono non efficaci, assolutamente dannose e ladre di tempo.

Le intenzioni sono buone, attendiamo la corrispondenza nei fatti!


Nella giornata di ieri abbiamo inoltre incontrato l’RSPP Romano De Marco per discutere dello straordinario momento che si sta vivendo in azienda. La virulenza della pandemia ha avuto un picco con qualche migliaio di colleghi coinvolti a gennaio e che si è ridotto a poco più di 800 casi.

Per quanto riguarda le misure emergenziali:

  • da lunedì si possono ordinare da procedura le mascherine FFP2 (i colleghi potranno scegliere se utilizzare queste o le chirurgiche), entrambe saranno fornite in base alle richieste effettuate.
  • il controllo del Green pass alla clientela è confermato a campione e deve essere eseguito solo dai preposti alla sicurezza, nessun altro è deputato ad eseguirlo.
  • dal 15 febbraio sarà richiesto il Green pass rafforzato per i lavoratori dai 50 anni compiuti in poi, i responsabili riceveranno a breve istruzioni in merito.

In ultimo abbiamo evidenziato all’RSPP le criticità ancora presenti per le pulizie, De Marco ha dichiarato che il problema è in via di risoluzione e invita i responsabili ad inserire in Bhelp le segnalazioni.

Ribadendo che il problema, per noi OO.SS, sussiste ancora sull’intero territorio nazionale invitiamo i colleghi, oltre che ad utilizzare il Bhelp, a segnalare a servizivari@bper.it ogni tipo di anomalia, anche giornalmente.

Continueremo a tenere alta l’attenzione su tutte le problematiche evidenziate e vi terremo puntualmente aggiornati.

Modena, 10 Febbraio 2022

Segreterie di Coordinamento Sindacale del GRUPPO BPER
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il PDF